mercoledì 1 ottobre 2014

La "pasticceria" di mare e la ricetta della frittata di cozze



Chi dice Puglia dice mare, frutti di mare, le saporite conchiglie che sono il punto di forza della cucina pugliese e la maledizione degli chef. Cozze, ricci, tartufi, vongole e cannolicchi, infatti, andrebbero mangiati crudi e senza l'aggiunta del limone. Per il vero gourmet sudista la cottura è un sacrilegio.

Per quelli come me che hanno la fortuna di abitare a 100 metri dal mare Adriatico, la pasta con le vongole o il risotto ai frutti di mare non é il piatto della domenica o delle grandi occasioni, ma una piacere quasi quotidiano. Noi della costa ci affacciamo alle vetrine di esposizione con la stessa la golosità di chi entra in una pasticceria.

Ci ritroviamo ad indicare come bambini ghiotti tutte le varietà che il mercato offre e che in cucina impiatteremo sul vassoio come fossero dolci da scegliere. La tentazione é sempre di mangiare tutto crudo ma qui al sud ci hanno insegnato anche a preparare la "pasticceria di mare" in tutte le declinazioni possibili e sono mille le ricette per questi prelibati prodotti del mare.

Non sono solita scrivere ricette casalinghe perché credo che la cucina sia una cosa intima e personale dove creatività e intuito ci guidano per le nostre preparazioni, questa però é una delle mie ricette del cuore.
Onore, dunque, alla "frittata di cozze" della nonna.

Frittata di cozze

Ingredienti per 2 persone (porzioni abbondanti)

1 kg di cozze
3 uova
40 grammi di pecorino romano grattugiato fresco
Un piccolo spicchio di aglio tritato finemente
20 gr circa pane grattugiato (dipende dal peso delle uova)
Un ciuffo di prezzemolo tritato
Sale e pepe qb 
3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva per la frittura


La prima operazione da fare é aprire e sgusciare tutte le cozze.

Riporle a sgocciolare in un colino ampio per circa 3 ore affinché perdano l'eccesso di acqua.

Mescolare le uova assieme al pecorino, aglio e prezzemolo. Unire le cozze, salare e pepare facendo molta attenzione a non eccedere con il sale perché la presenza delle cozze e del pecorino accentua la sapidità del piatto. Regolare la consistenza del composto con eventuale pane grattugiato.

In una padella antiaderente del diametro di 20 cm mettere 3 cucchiai di olio e quando arriva a temperatura versare il composto ottenuto.

Procedere con la frittura. Con una fiamma media il tempo per lato si aggira intorno ai 4 minuti.
Girare la frittata e terminare la cottura.

Questa frittata é ottima sia calda che fredda.



Nessun commento:

Posta un commento